Domenica 7 ottobre, i n occasione della XV Giornata FIDAM intitolata “Dal museo alla strada?”, gli Amici dei Civici Musei d’Arte di Verona hanno deciso di uscire dai musei per esplorare la città, che cresce, si evolve e si trasforma grazie anche a nuovi innesti artistici.
Dalle ore 11, partendo dal distributore ENI di stradone Santa Lucia, andremo alla scoperta di un luogo che a Verona, città dalla storia e dalla cultura millenarie, non associamo automaticamente all’arte, ma che negli ultimi anni ha cambiato volto, diventando un laboratorio espressivo molto interessante e di grande qualità.

Grazie alla collaborazione con Eyelabdesign, autori di alcuni dei murales, potremo scoprire un volto diverso della nostra città, che è sotto i nostri occhi tutti i giorni ma che troppo spesso finiamo per ignorare. L’evento è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza.

Informazioni all’indirizzo email info@amicideimuseidiverona.it o al numero 045592712 .

Il Museo di Castelvecchio ha bisogno di spazi per una biblioteca idonea alle esigenze dei molti frequentatori, per una fototeca, per uffici funzionali, per depositi adatti alla conservazione e visitabili da coloro che ne possono essere interessati, ha necessità di altre sale d’esposizione. Tutti luoghi che trovano la loro logica collocazione nella parte del castello ora occupata del Circolo Ufficiali. Istituzione la cui funzione è indiscussa, ma che deve trovare sede in altro edificio.

Questo è quanto scriveva su L’Arena del 27 novembre del 1992 Giacomo Galtarossa, presidente e fondatore nel 1991 dell’associazione degli Amici di Castelvecchio e dei Civici Musei d’Arte di Verona. Quindi è dalla fondazione che gli Amici hanno a cuore la sopravvivenza e lo sviluppo del nostro principale museo.

In questi ultimi anni alcuni generosi consiglieri dell’associazione, con l’aiuto di validi professionisti e il fattivo supporto della Direzione e dei funzionari dei musei, hanno curato uno studio approfondito sull’intero complesso di Castelvecchio. È in considerazione dell’indiscutibile vantaggio che un museo con tutti gli standard dei musei moderni può offrire a veronesi e turisti, e della ricaduta culturale ed economica per Verona che gli Amici hanno sostenuto la pubblicazione di Fantasie per Castelvecchio. Una proposta per l’ampliamento del museo civico.

Sabato 6 ottobre alle ore 10 gli Amici invitano tutti i veronesi alla presentazione di questo volume, curato da Maurizio Cossato e Alberto Vignolo. Alla presentazione, che si svolgerà presso Sala Convegni dell’Associazione M15 (via Santa Teresa 2 – ex Magazzini Generali), interverranno Francesco Monicelli, Stefano Dindo e Alberto Vignolo, e sarà distribuita una copia della pubblicazione.

 

Care Amiche, cari Amici,
come ogni anno, è giunto il momento di chiudere la stagione degli Amici prima della pausa estiva con l’Assemblea dei Soci.

Quest’anno ci incontreremo venerdì 8 giugno in una sede per noi nuova, palazzo Pompei, sede del Museo Civico di Storia Naturale.
La scelta non è casuale, perché Palazzo Pompei rappresenta storicamente la prima sede dei Civici Musei Veronesi e, nel quadro di valorizzazione delle realtà museali cittadine, risulta al primo posto nell’ambito del programma perseguito dalla nuova direzione del sistema museale veronese, in accordo con l’amministrazione comunale.

Sarà un’occasione per conoscere le attività della nostra Associazione nell’anno appena trascorso, per scoprire i nuovi progetti che abbiamo in cantiere, fra cui una ripresa delle attività del Gruppo Giovani nel periodo estivo, e per fare insieme un aperitivo, come sempre organizzato dai Giovani Amici.

Vi aspettiamo numerosi!

Leggi l’intera notizia »

Ricordiamo che martedì 24 aprile, alle 17.30, si terrà l’ottavo incontro delle Conferenze di Castelvecchio.

Il professor Sergio Marinelli, professore ordinario di storia dell’arte moderna presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, terrà una lezione intitolata “Jacopo Tintoretto comico e tragico” in occasione del cinquecentenario della nascita del grande artista veneziano.

L’incontro avrà luogo nella Sala Conferenze del Palazzo della Gran Guardia (qui il programma completo), e sarà accessibile gratuitamente sino ad esaurimento dei posti.