Archives for posts with tag: Anna Chiara Tommasi

Quando si sente citare la Romagna inevitabilmente il nostro inconscio ci porta alle spiagge di Rimini o al viale Ceccarini di Riccione, con annesse piadina e musica popolare.
I più eruditi possono andare col pensiero all’Amarcord di Federico Fellini o a Leon Battista Alberti e la sua incompiuta opera maltestiana.
Anche la bellissima e molto visitata Ravenna è Romagna; anzi, con Cesena fu una delle sue capitali.
Ma Ravenna è là, acquattata tra acqua e cielo; celata dal velo della sua irripetibile storia millenaria.
Una Romagna che non sembra più Romagna: è Ravenna tout court.
Ma c’è anche un’altra Romagna, ricca di antiche città e borghi accoglienti che gli italiani, con l’utilizzo universale della rete autostradale per gli spostamenti, hanno completamente dimenticato o ignorano del tutto.
Ricordo ancora quando attorno al 1955/60 con la mia famiglia ci sorbivamo 360 chilometri di via Emilia, oltre ad un breve tratto di Adriatica, per raggiungere Pesaro da Milano.
Era un viaggio di sette-otto ore, che ogni mezz’ora circa veniva rallentato dal piacevole attraversamento della quindicina di città emiliane e romagnole che punteggiano la via consolare.
Attraversamento urbano che avveniva naturalmente sul tracciato rettilineo della Via Emilia; quelle stesse strade dei centri storici che oggi sono interdette alle auto, essendo ormai riservate al traffico pedonale e ciclistico. Le circonvallazioni (quando c’erano) erano destinate al traffico pesante.
Ricordo che all’attraversamento di Faenza, mio padre, sempre seduto al mio fianco per meglio godersi il paesaggio, esprimeva la sua meraviglia per i bellissimi e nobili palazzi secenteschi e neoclassici che facevano ala all’antica via consolare.
Giunti all’altezza della Torre dell’Orologio esclamava: “ Qui a Faenza c’è il più importante museo italiano delle ceramiche; una volta ci dovremo fermare e andare a visitarlo”
Ma arrivarono le autostrade e purtroppo quella occasione non venne mai. Read the rest of this entry »

Cari Amici e gentili Amiche,

domenica 4 ottobre 2015, alle 15.30, in occasione della Giornata Nazionale degli Amici dei Musei dal titolo “Guerra e memoria. 1915-1918”, indetta dalla FIDAM, Federazione Italiana delle Associazioni degli Amici dei Musei, sotto l’Alto Patronato del Capo dello Stato e con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e quello del Comune di Verona, la nostra associazione propone una conferenza nella Casa del Mutilato di Verona e la visita alla Cappella dei Caduti in San Luca.

La Giornata è stata organizzata dal nostro Consigliere Tiziana Fraccaroli Fatini, che è anche, come già saprete, il nostro referente per tutte le attività della FIDAM, e la conferenza, aperta a tutti fino ad esaurimento dei posti, sarà tenuta dal nostro Consigliere Anna Chiara Tommasi.

Vi aspettiamo numerosi e vi preghiamo di divulgare l’iniziativa!

FIDAM

 

 

Venerdì 15 maggio, dalle ore 9.00, la nostra Associazione ha organizzato un’uscita a Padova.

Al mattino, al Museo Diocesano, visiteremo la mostra “Donatello svelato. Capolavori a confronto” accompagnati dal prof. Francesco Caglioti, massimo esperto di Donatello. Al centro dell’esposizione si trova il Crocifisso dell’antica chiesa padovana di Santa Maria dei Servi, attribuito a Donatello dal prof. Caglioti. La mostra offre l’occasione di ammirare riuniti per la prima volta i tre grandi Crocifissi che Donatello produsse nel corso della sua vita: quello realizzato per la chiesa di Santa Croce a Firenze (1406-1408), quello dei Servi e quello bronzeo della Basilica di Sant’Antonio a Padova (1433-1449).

Nel pomeriggio alle ore 16.15, visiteremo l’orto Botanico di Padova, accompagnati da una guida. Fondato nel 1545, è il più antico orto botanico universitario ancora situato nella sua collocazione originaria.

La quota di partecipazione, di 65 euro, comprende le visite e il trasporto in pullman; le prenotazioni si effettuano alla segreteria dell’associazione.

Cari Amici e gentili Amiche,

ecco il programma delle prossime visite culturali degli Amici, realizzate per voi insieme alle numerose altre attività per il sostegno ai Musei Civici d’Arte di Verona, attività che l’associazione è in grado di compiere anche grazie al vostro significativo e prezioso contributo associativo.

In questa prima comunicazione d’anno, un commosso ricordo è doveroso per la nostra carissima Caterina Gemma Brenzoni, da poco scomparsa. Caterina è stata una delle più attive iscritte alla nostra associazione, fin dai suoi inizi, indimenticabile per la sua vivida competenza e passione e per aver a lungo e brillantemente collaborato a varie iniziative del museo di Castelvecchio. Il suo calore umano, il suo entusiasmo, la sua freschezza ci mancheranno.

In sintonia con la direzione del museo di Castelvecchio la ricorderemo con un’iniziativa di cui vi faremo presto partecipi.

*******************************************

PROGRAMMA inverno/primavera 2015

venerdì 20 febbraio 2015, ore 17 – VERONA

Visiteremo la mostra fotografica “Tina Modotti. Retrospettiva” al Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, accompagnati da Lorenza Roverato.

Fotografa, attrice, musa di artisti e poeti, attivista politica, Tina Modotti è stata una delle personalità più eclettiche del panorama artistico del secolo scorso.

Read the rest of this entry »