Archives for posts with tag: Aristarco

Nella cronaca de “L’Arena” di sabato 17 aprile a firma  Lorenza Costantino, veniva ampiamente riportato il programma tecnico che trasformerà in tre anni lo scaligero Palazzo del Capitanio in un nuovo museo veronese.

Lode alla Fondazione Cariverona, proprietaria dello storico palazzo che, anche in un momento economicamente complesso come l’attuale e già impegnata a rafforzare la sua presenza nel capitale del Banco Popolare, trova la volontà e la forza di investire in uno dei più nobili scopi per cui opera: la valorizzazione delle arti e della cultura veronesi.

Probabilmente il modello al quale Cariverona si ispira è il “Genus Bononiae” che la consorella felsinea Fondazione Carisbo ha attuato in molti anni di grande impegno culturale ed economico.

La Fondazione bolognese ha trasformato, con la fattiva ed indispensabile collaborazione di tutte le strutture comunali e statali che si interessano di arte e della sua diffusione, otto importanti realtà architettoniche storiche di sua proprietà in ideali siti di un Museo diffuso per la città di Bologna.

Lorenza Costantino nel suo dettagliato articolo riporta le linee guida dello studio espresse dal progettista arch. Luigi Calcagni per la ristrutturazione del Palazzo del Capitanio.

In particolare precisa che nella futura riqualificazione conservativa  il piano terra e parte dei piani superiori saranno destinati agli uffici della Fondazione.

Il primo piano avrà una doppia funzione, culturale e museale, mentre l’ultimo piano sarà riservato alla sola funzione museale.

Perché questa scelta?

scavi-scaligeri

Read the rest of this entry »

Gli Ordini professionali italiani, strutturati a livello provinciale, sono usi mantenere i collegamenti con i propri associati attraverso bollettini periodici con i quali avvengono le comunicazioni di servizio e gli aggiornamenti professionali.

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Verona si stacca da queste consuetudini e attraverso una vera e propria rivista tematica, “Architettiverona”, (che con cadenza quadrimestrale viene distribuita agli associati, ma a titolo gratuito a chiunque ne faccia richiesta!), arricchisce con importanti comunicazioni originali il panorama culturale della città.

Il numero due del 2013, il 94° della serie, dedicato al Sistema Museale Veronese, e presentato qualche settimana fa nella sala conferenze del Museo degli Affreschi G.B. Cavalcaselle, è addirittura sdoppiato in due volumi; uno dei quali, col titolo accattivante di “Castelvecchio sottotraccia” è interamente dedicato alla massima gloria culturale e architettonica di Verona.

Read the rest of this entry »

Tra tutte le forme artistiche espresse nei secoli dalla maestria e dalla abilità dell’uomo, le colorate immagini che impreziosiscono i libri del Medioevo e del Rinascimento, meglio note come miniature, sono tra le più belle e suggestive, ma anche le più raramente godibili.
Per loro stessa natura sono opere d’arte supportate da delicati fogli di pergamena, e compongono libri antichi che risultano molto difficilmente consultabili al comune visitatore di un museo o di una biblioteca.

Read the rest of this entry »

Sono a Bologna per un breve soggiorno, e ricordando che probabilmente gli Amici di Castelvecchio organizzeranno prossimamente una visita culturale a Bologna, che dovrebbe comprendere anche la visita a Palazzo Fava, dove è esposta una quindicina di grandi terrecotte di Arturo Martini, vi ho fatto un blitz in anteprima. Read the rest of this entry »