Se gli storiografi identificano il  Novecento come il” secolo breve” (dal 1915, inizio del primo conflitto mondiale, al 1989 con la caduta del muro di Berlino ), il Novecento delle arti è a mio parere ancor più breve. Potrebbe essere compreso tra l’inizio del secolo ed il 1950/60, quando si spengono uno dopo l’altro gli ultimi grandi artisti, figurativi e non, che hanno caratterizzato l’evoluzione dell’espressione artistica italiana.L’Italia infatti ha partecipato a pieno titolo alla rivoluzione artistica del Novecento con figure gigantesche; e, pur se con qualche ritardo, vengono ora finalmente organizzate grandi manifestazioni espositive la cui “mission” va al di là della semplice relazione per gli addetti ai lavori, ma si rivolge ad importanti strati di popolazione, giovane e meno giovane, che non avevano finora intuito nella sua interezza l’importanza e la bellezza del Novecento italiano.

Read the rest of this entry »