Archives for posts with tag: Margherita Bolla

Venerdì 22 settembre, alle ore 17.00, al Museo di Castelvecchio sarà presentato il restauro delle opere rubate nell’inverno del 2015, che finalmente torneranno nelle loro collocazioni originarie. Sarà l’occasione per fare il punto, assieme ai professionisti che se ne sono occupati di persona, sugli interventi di conservazione, ma anche sulla dinamica del furto, sulle indagini e sulla complessa vicenda del rientro in Italia dei diciassette dipinti.

Anche in quest’occasione, gli Amici dei Musei Civici e il Gruppo Giovani, che hanno affiancato e sostenuto il Museo di Castelvecchio nel corso degli eventi, saranno presenti, e offriranno un brindisi ai partecipanti al termine dell’incontro. Naturalmente, siete tutti invitati a partecipare!

Nei due giorni successivi, in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio, sarà possibile visitare il Museo di Castelvecchio a un prezzo scontato: 1 euro per i residenti nella provincia di Verona, 4,50 euro per tutti gli altri visitatori.

 

Sabato 23, alle ore 10.30, l’Assessore alla Cultura Francesca Briani introdurrà l’iniziativa, che consentirà ai visitatori di incontrare, nel corso della visita al museo, i restauratori, gli studenti dell’Accademia di Belle Arti, il personale del Museo e della Soprintendenza per conoscere tutti i dettagli dei restauri eseguiti.

Martedì 7 marzo 2017, alle ore 17.00, presso la Sala Galtarossa del Museo degli Affreschi saranno presentati gli atti del convegno Matilde nel Veneto, a cura di Paolo Golinelli, organizzato nell’autunno 2015 dalla Direzione Musei d’Arte e Monumenti e dall’Università degli Studi di Verona in occasione del IX Centenario della morte di Matilde di Canossa.

Interverranno Margherita Bolla, Direttrice dei Civici musei d’Arte di Verona, Giampaolo Romagnani, Direttore del Dipartimento Culture e Civiltà dell’Università degli Studi di Verona, e i professori Antonio CiaralliGiancarlo VolpatoTiziana Franco.

Sabato 19 novembre, alle ore 11.00 sarà inaugurata la nuova mostra «Antonio Balestra nel segno della grazia» organizzata dal Museo di Castelvecchio e dedicata all’opera di uno dei più incisivi artisti veronesi della seconda metà del XVII secolo.

Curata da Andrea Tomezzoli, professore associato di Storia dell’arte dell’Università di Padova, l’esposizione presenta oltre sessanta opere provenienti da prestatori pubblici e privati, italiani ed europei, che celebrano e rendono omaggio ad Antonio Balestra in occasione del trecentocinquantesimo anniversario della nascita. Oltre ad approfondirne l’opera, che al pari della fama superò di molto i confini cittadini, questa mostra costituisce una tappa ulteriore della serie di esposizioni organizzate dalla Direzione Musei d’Arte Monumenti incentrate su artisti veronesi o attivi in città, e in particolare con quella – sempre a cura del prof. Tomezzoli insieme a Paola Marini – dedicata al Settecento a Verona, molti esponenti del quale come Cignaroli e Rotari furono allievi proprio di Antonio Balestra.

La mostra, allestita negli spazi di Sala Boggian, rimarrà aperta sino al 19 febbraio 2017.

balestra

Martedì 28 settembre, alle 17.30, si aprirà l’edizione 2016-2017 delle conferenze dei Civici Musei d’Arte di Verona, organizzate come ogni anno anche grazie al sostegno degli Amici. Il primo incontro, tenuto da Francesca Rossi, conservatore presso il Gabinetto Disegni del Museo del Castello Sforzesco di Milano, sarà dedicato a Umberto Boccioni.

Le conferenze si terranno il martedì, alle 17.30, al piano nobile del Palazzo della Gran Guardia secondo il calendario riportato di seguito, consultabile anche in formato pdf o nella nuova versione sfogliabile online, e saranno accessibili gratuitamente sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Anche in questa edizione il programma delle conferenze, che vedranno l’intervento di studiosi da alcune fra le più importanti istituzioni culturali e di ricerca italiane e non, coprirà una grande varietà di tematiche, dall’archeologia alla produzione artistica medievale, sino ai grandi autori dell’arte moderna e contemporanea, con uno sguardo sempre attento alle mostre più interessanti organizzate a Verona e in Italia nel corso del prossimo anno.

L’iniziativa si rivolge alla cittadinanza, ai docenti e agli studenti dell’Università e delle Scuole medie e superiori, dell’Accademia di Belle Arti, dell’Università della Terza Età e del Tempo Libero, ai membri della nostra associazione.

Alla fine del ciclo, agli interessati che avranno presenziato ad almeno cinque degli otto incontri previsti, verrà rilasciato un attestato
di frequenza per acquisire crediti formativi. La presenza dovrà essere comprovata da firma all’inizio e al termine della conferenza.

locandina-conferenze-2016-17